L’ICEBERG DEL DEBITO: le conseguenze che nessuno ti ha mai detto

L'iceberg del debito
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter

Il debito con la banca o con la società finanziaria, la casa pignorata che rischi di perdere all’asta sono solo una parte del problema più profondo e complesso legato al debito. L’iceberg del debito nasconde sotto la superficie altre conseguenze ugualmente gravi e pesanti, se non di più, che purtroppo nessuno ti ha mia spiegato, finora.

Tempo di lettura: 5 minuti

L’ICEBERG DEL DEBITO

Ciò che tutti vedono da fuori è solamente la punta dell’iceberg del debito: una somma, un importo che descrive il debito solamente da un punto di vista numerico e che può suggerire un’idea sbagliata ovvero quella che con la vendita all’asta dei propri beni, nella maggior parte dei casi la propria abitazione, il problema si possa risolvere con nessun’altra conseguenza, già di per sé estremamente grave sia da un punto di vista economico che da un punto di vista famigliare e psicologico, se non la perdita della propria casa.

Ebbene, in questo articolo spiegheremo perché non sia affatto così, perché non sia affatto come sembra guardando il debito da sopra la superficie dell’acqua che rischia di annegare chi si trovi in una situazione debitoria difficile e spiegheremo, invece, cosa si nasconde sotto al debito laddove nessuno ancora ha posato il suo sguardo eccezione fatta per chi si trovi ad avere una difficile situazione debitoria.

L'iceberg del debito

LE CONSEGUENZE DEL DEBITO

Il debito con la banca o con la società finanziaria, la casa pignorata che rischi di perdere all’asta sono solo una parte del problema più profondo e complesso legato al debito; ci sono altre conseguenze ugualmente gravi e pesanti, se non di più, che purtroppo nessuno ti ha mia spiegato, finora.

Supponiamo che tu non riesca più a pagare le rate del mutuo e che il debito verso la banca ammonti a € 120.000. La banca rescinderà il contratto di mutuo è pretenderà il pagamento immediato e in unica soluzione dell’intero importo rimanente del mutuo non pagato (nel nostro esempio € 120.000). Inoltre la banca eserciterà l’ipoteca sulla casa posta a garanzia del suo credito, cosa normalmente prevista in qualsiasi contratto di mutuo, e avvierà la procedura esecutiva al fine di pignorare la tua casa, farla vendere in asta e soddisfarsi sul ricavato della vendita.

Ebbene, qui sorgono già le prime gravi conseguenze che a un occhio non esperto e non abituato a guardare sotto la superficie dell’iceberg sfuggono: sarai immediatamente segnalato come “cattivo pagatore” e risulterai tale nella lista della Centrale Rischi (CRIF).

Ovvero il database informatico che contiene tutti i dati sullo stato di avanzamento dei pagamenti relativi ai mutui, finanziamenti e prestiti estinti, in richiesta, rifiutati o concessi a consumatori e imprese i cui dati anagrafici sono anch’essi registrati.

Le banche, le società finanziarie, le aziende ma anche i privati cittadini si collegano tutti i giorni al CRIF per effettuare verifiche sulle persone che gli abbiano fatto richiesta di credito, che gli abbiano chiesto una fornitura o che gli abbiano chiesto di prendere casa in affitto.

L'ceberg del debito: CRIF

Proprio per questo, dal momento della segnalazione nel CRIF, non potrai più ottenere alcun prestito e alcun finanziamento nemmeno di piccolo o piccolissimo importo.

Ad esempio se ti servisse un computer nuovo, un tablet nuovo o anche semplicemente un nuovo smartphone o un nuovo elettrodomestico non potresti più in alcun modo ottenere la rateizzazione del pagamento. Inoltre, finché rimarrai “cattivo pagatore”, non potrai più intestarti una carta di creditonon potrai emettere più alcun assegno e avrai serie difficoltà anche solo a intestarti le utenze domestiche di luce, acqua e gas… Figuriamoci prendere casa in affitto!

Quindi ti ritroverai con la casa pignorata o all’asta e avrai grossissime difficoltà anche a trovare casa in affitto.

Visto che il padrone di casa che dovrebbe affittartela avrà consultato il CRIF e avrà visto il tuo nome nella lista dei “cattivi pagatori”; senza casa e senza possibilità di affittarne una…

Come se non bastasse, oltre alla casa, la banca ti pignorerà anche lo stipendio o la pensione, il famigerato pignoramento del quinto dello stipendio e della pensione, aggiungendo altri problemi ai già gravissimi problemi che abbiamo appena visto.

Il pignoramento si estenderà anche ai tuoi cari e ai tuoi famigliari che ti avevano dato fiducia facendosi garanti per te.

L'iceberg del debito: figli

Se i tuoi genitori o un tuo carissimo parente o amico si è esposto nei confronti della banca facendoti da garante per il mutuo o per il finanziamento, la banca pignorerà anche i suoi beni fino a concorrenza del tuo debito; tra questi beni c’è sicuramente la casa.

IL DEBITO RESIDUO

Poniamo il caso che la tua casa venga pignorata e messa in vendita all’asta: sappi che secondo gli ultimi dati di Banca d’Italia riferiti alla fine del 2019 le situazioni di debito che si sono risolte all’asta con la rinuncia agli atti da parte dei creditori (ovvero con i creditori soddisfatti dopo la vendita all’asta della casa del debitore) sono solamente il 2,81% del totale!

L'iceberg del debito: aste

(fonte: Astasy)

Ciò vuol dire che nel caso in cui la tua casa fosse venduta all’asta le probabilità che con il ricavato della vendita tu possa risolvere i tuoi problemi di debito sono meno del 3%.

Perché? Ti starai chiedendo… Ebbene una recente ricerca di Astasy, soggetto privato legato al gruppo Gabetti, rivela un dato allarmante e quanto mai drammaticola vendita all’asta degli immobili si conclude con una perdita media di oltre la metà del valore di mercato dell’immobile stesso.A questa enorme perdita di valore della casa si aggiungono poi le spese di procedura, ovvero quell’ammontare di denaro che viene dedotto dalla vendita giudiziaria per coprire le spese del tribunale, legali, le spese del perito etc., spese che possono arrivare al 15-20 percento del prezzo di vendita dell’immobile.

Riprendiamo il nostro esempio in cui il debito con la banca ammonta a € 120.000 e la tua casa, che per comodità di esempio ipotizziamo valga € 120.000, viene venduta all’asta: mi correggo perché in realtà la tua casa viene svenduta all’asta verosimilmente per un valore di € 80.000.

Ti rimangono a disposizione per pagare il tuo debito solamente € 40.000 che non saranno però interamente imputati al soddisfacimento dei creditori perché, prima di poter pagare i creditoridovrai pagare le spese legali, del Perito e del Tribunale che ammontano verosimilmente a € 25.000.

Per soddisfare i creditori, quindi, alla fine dei conti ti rimangono solamente € 15.000!

Ma il tuo debito è di € 80.000…

…Quindi, oltre ad aver perso la tua casa ti ritroverai con un debito residuo di € 65.000 verso quegli stessi creditori ai quali, prima di svendere la tua casa all’asta, dovevi € 80.000. Inoltre il tuo debito residuo continuerà ad aumentare a causa degli interessi… E così rimarrai “cattivo pagatore a vita” non riuscendo più a saldare i tuoi debiti e non riuscendo più a cancellarti dalla lista dei “cattivi pagatori” del CRIF trascinandoti per sempre tutte quelle gravose conseguenze che abbiamo visto precedentemente e, che prima di noi, probabilmente nessuno ti aveva spiegato così chiaramente.

LE CONSEGUENZE PSICOLOGICHE

Queste conseguenze sono sempre sottovalutatenon se ne parla mai, ma sono quelle conseguenze che segnano la persona debitrice nel profondo della sua personalità

Patologie come l’ansia, gli attacchi di panico e la depressione sono conseguenze molto gravi che, accompagnandosi a quelle economiche già viste in precedenza, rendono la vita di chi si trovi in gravi difficoltà debitorie una sofferenza quotidiana.

Ne sono la prova le numerose testimonianze di chiaffidatosi a noi, una volta visto cancellato per sempre il proprio debito ci ha ringraziato con il sorriso sulle labbra rivolgendoci frasi come:

è stata una grande gioia conoscervi, per me voi siete degli angeli”; “oggi che sono libero dai debiti è un’altra vita, non ci posso ancora credere”; “vogliamo ringraziare PUNTOZERO perché ha dimostrato quell’umanità e quella comprensione che non abbiamo invece ricevuto dai nostri creditori”; “graziegrazie e ancora grazie all’infinito… Siete unici”; “è bello sapere che esistono persone che con il sorriso e l’umiltà sono vincenti e sanno ridare la dignità e la fiducia alle famiglie in difficoltà con le banche. Grazie!“ o ancora “per me è stato come vincere al SuperEnalotto. Consiglio PUNTOZERO a tutti coloro che si trovano con la casa pignorata come l’avevo io”.

L'iceberg del debito: testimonianze

Ecco perché noi di PUNTOZERO crediamo che oltre a mettere in campo tutte le nostre competenze necessarie a svolgere il nostro lavoro con professionalità siano di fondamentale importanza valori quali l’etica, la comprensione, l’affidabilità e la passione.

LA “MORTE FINANZIARIA”

“Morte finanziaria” è una metafora, è l’espressione gergale maggiormente utilizzata per descrivere in due parole tutte le conseguenze che compongono il profondo e complesso problema del debito che deve essere affrontato con tempestività.

Solo rivolgendosi ai professionisti del settore sarà possibile evitare l’asta immobiliare e trovare una vera soluzione che permetta a chi è in gravi difficoltà debitorie di cancellare per sempre il proprio debito e tornare a vivere una vita normale con tranquillità e serenità.

SALDO E STRALCIO IL METODO PUNTOZERO®

Grazie al nostro brevettato METODO PUNTOZERO® abbiamo risolto con esito favorevole oltre il 90% delle pratiche lavorate riuscendo in alcuni casi a concludere la procedura di Saldo e Stralcio anche in soli 20 giorni e anche a ridosso della data fissata per la vendita all’asta.

I nostri risultati, solo negli ultimi 20 mesi, lo confermano:

  • Oltre 3,5 milioni di euro di debito cancellati.
  • 75 persone liberate dal debito, persone che avrebbero visto i propri debiti aumentare fino al tracollo economico e finanziario.
  • 29 abitazioni salvate dalla (S)vendita all’asta.

La difficoltà principale sta nel condurre in maniera corretta ed efficace la trattativa con il creditore o con i creditori (spesso si tratta di Banche o società finanziarie) in modo da negoziare con gli stessi il giusto punto di equilibrio che permetta di trovare la soluzione ad hoc che metta d’accordo tutte le parti in causa.

Grazie alla molta esperienza accumulata nella gestione delle negoziazioni i professionisti di PUNTOZERO SRL sono specializzati nell’elaborazione di proposte di Saldo e Stralcio articolate, su misura e ben documentate, tutto ciò al fine di ottenere un esito positivo alle migliori condizioni per i nostri clienti nell’ottica del COSTO ZERO.

Lo confermano ancora una volta le NUMEROSE TESTIMONIANZE di chi si è affidato a PUNTOZERO per risolvere i propri problemi di debito.

CANCELLA IL TUO DEBITO, PER SEMPRE

Hai problemi di debito? Contattataci subito e valutiamo insieme l’attivazione della pratica di “Saldo e Stralcio” che ti permetterà di azzerare una volta per tutte i tuoi debiti alle condizioni più favorevoli.

Per maggiori informazioni sul METODO PUNTOZERO® visita il nostro sito https://www.punto0.it oppure chiamaci al numero 049 830 4972.
Saremo più che lieti di rispondere alle tue domande.

Non avere paura di contattarci, non sei solo: sapremo dare risposta a ogni tua domanda.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Shopping Basket
small_c_popup.png

NON PERDERE LE PROSSIME NOVITÀ

Lascia un Like alla Pagina Facebook