ATTO DI PRECETTO: COS’È?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter

Chi lo notifica? Qual è il suo contenuto? La sua validità? Ci si può opporre? In questo articolo le risposte a queste e altre domande circa l’atto di precetto.

Tempo di lettura: 10 minuti

L’ATTO DI PRECETTO

L’atto di precetto è un’intimazione di pagamento che precede qualsiasi esecuzione forzata.

CARTE PREPAGATE

A introdurre nel nostro ordinamento l’atto di precetto è l’art. 480 del Codice di Procedura Civile, secondo il quale:

il precetto consiste nell’intimazione di adempiere l’obbligo risultante dal titolo esecutivo entro un termine non minore di dieci giorni, salva l’autorizzazione di cui all’articolo 482, con l’avvertimento che, in mancanza, si procederà a esecuzione forzata“.

CHI NOTIFICA L’ATTO DI PRECETTO?

Il cosiddetto precetto è un atto che il creditore deve notificare al proprio debitore prima di iniziare un’esecuzione forzata. Sia che egli intenda, dunque, procedere a espropriare i beni mobili del debitore (pignoramento mobiliare), i beni immobili (pignoramento immobiliare) o il conto in banca, il quinto dello stipendio o della pensione (pignoramento presso terzi), il creditore deve sempre provvedere prima a far pervenire, alla residenza dell’intimato, tale atto di precetto.

atto di precetto

IL CONTENUTO DELL’ATTO DI PRECETTO

Benché notificato attraverso il servizio degli Ufficiali Giudiziari del Tribunale, il contenuto dell’atto di precetto è una normale diffida scritta normalmente dall’avvocato del creditore e consiste in una intimazione al debitore ad adempiere entro 10 giorni dal suo ricevimento.

Solo dopo che siano trascorsi 10 giorni dalla notifica dell’atto di precetto, il creditore può procedere in via esecutiva.

LE CONSEGUENZE DI NON RITIRARE L’ATTO DI PRECETTO

La scelta, che alcune volte viene fatta dal debitore, di non ritirare l’atto di precetto in posta si rivela una pessima strategia: per la legge, infatti, l’atto di precetto non ritirato si considera comunque notificato una volta decorsa la “giacenza” ossia dopo 10 giorni dall’invio, al debitore, di una seconda raccomandata in cui lo si avvisa del primo tentativo di notifica non andato a buon fine. La conseguenza è che il debitore che non ha ritirato il precetto non è neanche nella condizione di verificarne il contenuto ed, eventualmente, contestarlo.

VALIDITÀ DELL’ATTO DI PRECETTO

L’atto di precetto ha una validità di 90 giorni: pertanto, se entro tale termine il creditore non effettua il pignoramento, ogni esecuzione forzata è invalida. Tuttavia, ben può il creditore procedere alla notifica di un nuovo atto di precetto e far decorrere da capo i 90 giorni.

LA NOTIFICA DEL TITOLO ESECUTIVO

La notifica dell’atto di precetto deve essere stata preceduta da quella del titolo esecutivo, ossia del documento che riporta le ragioni di credito vantato del creditore. Tuttavia, spesso, il titolo esecutivo e l’atto di precetto possono essere notificati con un solo atto (si troveranno cioè spillati l’uno con l’altro).

atto di precetto

OPPOSIZIONE DEL DEBITORE ALL’ATTO DI PRECETTO

Ogni volta che l’atto di precetto sia irregolare o contenga delle somme non dovute, il debitore può opporsi attraverso un atto di ricorso. Si parla di due tipi diversi di opposizione:

  • Opposizione all’esecuzione.
  • Opposizione agli atti dell’esecuzione.

In questo modo si inizia una vera e propria causa.

Se intende contestare la regolarità formale del precetto, il debitore deve agire entro 20 giorni dalla notifica dello stesso; diversamente, se intende contestare l’inesistenza del proprio debito e ogni altra questione attinente alla sostanza del precetto, non ha termini entro cui agire (a meno che l’esecuzione non sia già terminata).

IN SINTESI

Con l’atto di precetto, il debitore viene messo a conoscenza che il creditore, non prima di 10 giorni e non oltre 90, inizierà un’esecuzione forzata (mobiliare, immobiliare o presso terzi). Il debitore può sempre opporsi contro l’atto di precetto. Tuttavia, è necessario che l’opposizione venga avviata entro 20 giorni dalla notifica se essa concerne vizi formali dell’atto di precetto.

LA SOLUZIONE

Il problema del debitose non affrontato in maniera corretta affidandosi a dei professionisti del settorepuò rappresentare un tunnel senza via d’uscita.

NON ASPETTARE. RIVOLGITI A PUNTOZERO.  

Ecco perché è importante agire per tempo, raccogliere il proprio coraggio e rivolgersi a dei professionisti in grado di cancellare per sempre e una volta per tutte il problema del debito.

Solo rivolgendosi a un CONSULENTE DEL DEBITO sarà possibile evitare le gravi conseguenze legate al debito e trovare una vera soluzione che permetta a chi è in gravi difficoltà debitorie di cancellare per sempre il proprio debito e tornare a vivere una vita normale con tranquillità e serenità.

IL METODO PUNTOZERO®

Grazie al nostro brevettato METODO PUNTOZERO® abbiamo risolto con esito favorevole oltre il 90% delle pratiche lavorate.

metodo puntozero saldo e stralcio

I nostri risultati, solo negli ultimi 21 mesi, lo confermano:

  • Oltre 8 milioni di euro di debito cancellati.
  • Centinaia di persone liberate dal debito, persone che avrebbero visto i propri debiti aumentare fino al tracollo economico e finanziario.

CANCELLA IL TUO DEBITO, PER SEMPRE

Contattataci subito e valutiamo insieme l’attivazione della pratica che ti permetterà di azzerare una volta per tutte i tuoi debiti alle condizioni più favorevoli.

RICEVI UNA CONSULENZA GRATUITA CLICCA ORA SUL LINK QUI SOTTO

CONSULENZA GRATUITA

I NOSTRI RISULTATI SONO VERIFICABILI E ACCERTATI DAL PROVVEDIMENTO DEL TRIBUNALE che attesta legalmente l’estinzione dell’asta e la cancellazione dei debiti dei nostri clienti.

I NOSTRI RISULTATI SONO CONFERMATI DALLE MOLTISSIME TESTIMONIANZE di chiaffidatosi a noi, una volta visto cancellato per sempre il proprio debito ci ha ringraziato con il sorriso sulle labbra rivolgendoci frasi come:

è stata una grande gioia conoscervi, per me voi siete degli angeli”; “oggi che sono libero dai debiti è un’altra vita, non ci posso ancora credere”; “vogliamo ringraziare PUNTOZERO perché ha dimostrato quell’umanità e quella comprensione che non abbiamo invece ricevuto dai nostri creditori”; “graziegrazie e ancora grazie all’infinito… Siete unici”; “è bello sapere che esistono persone che con il sorriso e l’umiltà sono vincenti e sanno ridare la dignità e la fiducia alle famiglie in difficoltà con le banche. Grazie!“ o ancora “per me è stato come vincere al SuperEnalotto. Consiglio PUNTOZERO a tutti coloro che si trovano con la casa pignorata come l’avevo io”.

Per maggiori informazioni sul METODO PUNTOZERO® visita il nostro sito https://www.puntozero.it oppure chiamaci al NUMERO VERDE GRATUITO – RIPARTI SENZA DEBITO 800 135 411.
Saremo più che lieti di rispondere alle tue domande.

Non avere paura di contattarci, non sei solo: sapremo dare risposta a ogni tua domanda.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Shopping Basket
small_c_popup.png

NON PERDERE LE PROSSIME NOVITÀ

Lascia un Like alla Pagina Facebook