AIUTIAMO IMPRENDITORI E MANAGER CHE HANNO A CUORE IL LORO BUSINESS A RISOLVERE I PROBLEMI DI DEBITO

Contattaci Ora!

CHI SIAMO

PUNTOZERO è una società di servizi, leader in Italia nella consulenza del debito. Il nostro team di consulenti, professionisti e collaboratori è in grado di mobilitare in maniera rapida ed efficace relazioni e competenze per raggiungere gli obiettivi, trovare le opportunità e fare gli interessi dei nostri clienti.

Puntozero si rivolge alle aziende che vogliono essere supportate da esperti per vincere le sfide quotidiane del mercato. Offriamo servizi di consulenza stragiudiziale e di assistenza Legale disciplinata dal nuovo codice della crisi di impresa entrato in vigore il 15 Luglio 2022 e normato dalla Legge n. 155/17 aggiornato dal DL 83/2022.

Puntozero è il partner di fiducia per le aziende nel gestire e risolvere crisi d'impresa

Abbiamo raggiunto accordi giudiziali e stragiudiziali con:
AMCO spa – Aurelia spv srl – Banca IFIS spa – BCC NPLS 2020 srl – BNL spa – Crédit Agricole Italia spa – Deutsche bank – doValue spa – Intesa Sanpaolo spa – Intrum Italy spa – Leviticus spv srl – Penelope spv srl – Prisma spv srl – Red Sea spv srl – Santander – Siena NPL 2018 srl – Sparkasse – Unicredit spa e molti altri

Per lo stato di crisi della tua azienda PUNTOZERO ti seguirà passo passo in queste procedure:

Le procedure di COMPOSIZIONE DELLA CRISI D’IMPRESA

Il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, insieme alla procedura conciliativa presso l’O.C.R.I., stabilisce una serie di procedure giudiziali e stragiudiziali volte ad aiutare le aziende e gli imprenditori ad affrontare le sfide finanziarie e prevenire l’insolvenza, evitando così la dichiarazione di fallimento.

CONCORDATO PREVENTIVO

Il concordato preventivo è un procedimento legale che consente all’impresa di proporre un piano per soddisfare i creditori, sia in modo integrale che parziale, attraverso due diverse modalità:

  1. Concordato in Continuità: In questo caso, il piano mira a garantire la continuità dell’attività aziendale. Questa continuità può essere gestita direttamente dall’imprenditore (continuità diretta) o da un terzo soggetto (continuità indiretta) che gestirà temporaneamente o definitivamente l’azienda in base a un accordo di trasferimento.
  2. Concordato Liquidatorio: Questa modalità mira a soddisfare i creditori mediante la vendita di tutti i beni aziendali e, se necessario, con l’apporto di risorse finanziarie esterne. L’obiettivo è garantire un pagamento ai creditori superiore al 10% rispetto a quanto potrebbe essere ottenuto dalla semplice liquidazione.

La presentazione di una domanda di concordato richiede l’approvazione da parte dei creditori e l’omologa da parte del Tribunale. Un Commissario nominato dall’Autorità giudiziaria è responsabile del monitoraggio e dell’attuazione del piano. Questa procedura offre alle imprese in difficoltà uno strumento legale per affrontare le sfide finanziarie e trovare soluzioni che possano garantire la continuità o la liquidazione ordinata dell’azienda.

IL PIANO ATTESTATO

Il piano attestato è uno strumento negoziale stragiudiziale, rivolto ai creditori e volto a ristabilire la salute finanziaria di un’azienda. La fattibilità del progetto di ristrutturazione dei debiti deve essere opportunamente verificato da un Professionista indipendente. Questa procedura presuppone una crisi temporanea e quindi gestibile in breve tempo.

Il piano attestato deve includere:

  • cause dell’insolvenza
  • strumenti/strategie che si intendono adottare

L’ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI

L‘accordo di ristrutturazione dei debiti è un accordo negoziato tra un’impresa in difficoltà finanziaria e i suoi creditori, mirato a rinegoziare i termini dei debiti esistenti al fine di affrontare la crisi aziendale. Questo accordo prevede modifiche ai tassi di interesse, ai piani di rimborso, o altre disposizioni che consentono all’impresa di ripristinare la sua sostenibilità finanziaria.

Per avere efficacia giuridica, l’accordo di ristrutturazione dei debiti deve essere omologato dal Tribunale, previa approvazione della maggioranza dei creditori coinvolti.

Le procedure di risoluzione della crisi da SOVRAINDEBITAMENTO

Il D.lgs. 14/2019, oltre a disciplinare le Crisi d’impresa, questo codice è stato progettato per fornire un quadro organico e completo degli strumenti disponibili  anche per altri soggetti in stato di sovraindebitamento, tra cui consumatori, professionisti, start-up, imprenditori minori e imprenditori agricoli.

Questa legislazione offre strumenti specifici per aiutare tali soggetti ad affrontare e risolvere le difficoltà finanziarie.

PROCEDURA DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI

Attraverso la procedura di ristrutturazione dei debiti, le parti interessate, tramite gli OCC, possono presentare un piano ai loro creditori al fine di affrontare il problema del sovraindebitamento. Questo piano fornisce dettagli specifici sulle modalità e sui tempi di rimborso, anche in forma parziale. La procedura si svolge sotto la giurisdizione del Tribunale competente in base alla località.

CONCORDATO MINORE

Il concordato minore è un procedimento specificamente destinato agli imprenditori che non sono soggetti alla procedura di liquidazione giudiziale, comunemente nota come fallimento. Questa procedura richiede che l’imprenditore presenti una proposta ai creditori, indicando come intende continuare l’attività imprenditoriale o come intende ottenere finanziamenti esterni.

Il piano allegato alla domanda, che deve essere presentata tramite l’Organismo di Composizione della Crisi (OCC), può includere la possibilità di effettuare pagamenti sia integrali che parziali ai creditori.

Il concordato minore richiede:

  • l’approvazione della maggioranza dei creditori
  • l’omologazione del Tribunale
  • supervisione attenta dell’OCC.

PROCEDURA DI LIQUIDAZIONE CONTROLLATA

Il debitore sovraindebitato può presentare (tramite OCC) la domanda di apertura di una procedura di liquidazione controllata dei suoi beni.

Il Tribunale competente aprirà poi la procedura e nominerà il liquidatore che dovrà curare la vendita dei beni del debitore ed il pagamento dei creditori.

M&A – Merger & acquisition

Facilitiamo il successo delle tue operazioni di fusione e acquisizione. Il nostro approccio professionale e competente assicura che ogni fase del processo di M&A sia gestita con precisione, contribuendo al successo dell’operazione e alla reputazione dell’azienda coinvolta.

Il nostro processo di M&A si distingue in:

  1. Analisi Iniziale e Identificazione di Opportunità: Conduciamo un’analisi aziendale approfondita, valutando i fondamentali economici e finanziari per identificare opportunità di fusione e acquisizione.
  2. Confidenzialità e Selezioni Potenziali Acquirenti: Stipuliamo accordi di riservatezza (NDA) e collaboriamo con l’imprenditore per selezionare acquirenti strategici, mantenendo la confidenzialità.
  3. Contrattualizzazione e Teaser Informativo: Formalizziamo contratti di consulenza, inclusi compensi fissi e variabili. Creiamo teaser informativi per suscitare interesse senza rivelare l’identità aziendale.
  4. Negoziati e Lettera d’Intenti: Avviamo la fase di negoziati, dettagliando gli elementi chiave attraverso la lettera d’intenti (MOU), preparando il terreno per l’atto preliminare di compravendita.
  5. Due Diligence e Conferma Valori: Avviamo la due diligence, analizzando dati contabili, gestionali e legali. Al termine, confermiamo i valori cruciali per definire l’atto di compravendita.

    CASE HISTORY

Residence Marina 35 - Puntone di Scarlino (GR)

Società Cooperativa in concordato preventivo con cessione dei beni a Grosseto. Consulenza Stragiudiziale per accordo transattivo con il creditore ipotecario (posizione derivante da mutuo fondiario stipulato per la costruzione degli immobili) mediante la vendita degli immobili, previo accordo con il Commissario Giudiziale ed autorizzazione del Giudice, ad un soggetto terzo.

Debito: € 2.600.000,00
Stralcio: € 1.550.000,00

Andrea, titolare di una PMI

Andrea, imprenditore di una PMI della provincia di Padova, aveva prestato delle garanzie fideiussorie per conto della propria azienda. 

A causa di un drastico calo degli ordini e altri fattori contingenti l’azienda di Andrea, non è più riuscita a pagare le rate dei finanziamenti in corso e alcune imposte erariali. Ciò ha causato una serie di ripercussioni incluso l’avvio della procedura giudiziale per la vendita in asta del capannone dell’azienda e anche dell’abitazione dove vive con la sua famiglia in quanto la banca per effetto della fideiussione prestata ha potuto aggredire gli immobili a lui intestati, i conti correnti, incluso quelli del garante. 

Era seguito da un legale che con espedienti e cavilli vari è riuscito solo a procrastinare il termine dell’asta mediante cause e ricorsi vari ma ad un costo molto alto. 

Nella fase conclusiva, nonostante ci avesse contattato con un termine molto vicino all’asta, abbiamo preso a cuore la situazione e avviato la pratica. Grazie alle nostre consulenze legali ed immobiliari e agli accordi transattivi a saldo e stralcio con i suoi creditori, incluso Agenzia delle Entrate e Riscossioni, siamo riuscito a estinguere le aste fissate pochi giorni prima del termine e ad azzerare i suoi debiti con le banche.

Debito: € 508.700,00
Stralcio: € 290.000,00

Riccardo, titolare di una ditta individuale

Riccardo è stato titolare di una ditta individuale di vendita al dettaglio calzature e abbigliamento a Venezia.

Nel 2019 la crisi e l’acqua alta in città, hanno causato molte difficoltà all’azienda. Già duramente colpita da tali eventi, la chiusura imposta a causa della pandemia, ha inasprito la situazione economica dei suoi negozi.

Per riuscire a far fronte ai pagamenti di fornitori, utenze e dipendenti, si è trovato costretto a ricorrere a prestiti e finanziamenti.
Alla luce del drastico calo di clientela, ovvero di vendite, nel febbraio 2022 Riccardo si rese conto di non avere più chance per risollevare la propria attività. Il debito accumulato, ormai, era insostenibile e non aveva più alcun tipo di risorsa, nemmeno personale, per far fronte agli impegni assunti.

Quindi, Riccardo si è rivolto a noi di Puntozero. Grazie al nostro competente studio legale interno e ai nostri collaboratori, siamo riusciti ad aiutarlo ad accedere alla procedura di Sovraindebitamento (ex Legge 3/12), attraverso la quale è riuscito a ottenere un’importante riduzione del debito da rimborsare in forma rateizzata.

“Ringrazio Puntozero che con pazienza, assistenza e competenza, è riuscito a risollevarmi da questa situazione”.

Debito: € 700.200,00
Rata mensile: € 300,00 al mese per 3 anni

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI? FISSIAMO UN INCONTRO!

PUNTOZERO SRL
Sede Legale: Via Regia 73/B, 35010 – Vigonza (PD)

email: info@puntozero.it

Dal Lunedì al Venerdì
09:00/13:00 14:00/18:00

La società Puntozero srl, nell’erogare i propri servizi, si riserva di valutare in via preliminare la fattibilità della pratica. Tale prestazione è da intendersi quale obbligazione di mezzi e non di risultato.

Iscriviti alla nostra newsletter e scopri le soluzioni che possiamo offrirti per risolvere i tuoi debiti.

Menu

Lavora con noi

Puntozero è partner 24Ore

©  2024 Puntozero srl tutti i diritti riservati.